PREISCRIVITI
>

Ambientazione

Un larp dark fantasy di gusto gotico. Novigrad II: Lo Spettro della Guerra è il seguito spirituale de Un mercato di Sangue

Inverno. La morsa del gelo ha imposto una fragile tregua alla nuova guerra che ha travolto uomini e città. Due eserciti, il Rosso e il Nero, sono scesi in battaglia per dominare tutto il Nord. Alla Cittadella alcune botteghe continuano a lavorare e i cittadini pacifici cercano disperatamente di tenersi fuori dal conflitto e sopravvivere, ma in tanti hanno imbracciato le armi, e indossato una divisa, chi rossa e chi nera.

Due sono i colori della guerra. Unica è la morte, niente altro, niente più...

Esperienza

Questo larp è un evento autoconclusivo di 3 giorni che ti trasporta in un mondo lugubre e crudo, in cui i grandi ideali si scontrano con le minuscole esistenze di gente comune. Come la superficie di uno specchio annerito da fumo di torba, così la storia di Novigrad è avvolta dalla più cupa oscurità, una presenza tetra e costante, un abisso senza fondo a cui nessuna luce può sfuggire. Il mondo in guerra sprofonda nelle tenebre. Sopravvivenza, rancore, vendetta, speranza: le umane pulsioni anelano alla speranza, una seducente chimera la cui luce proietta nere ombre.

Il Male genera Corruzione e la Corruzione è un richiamo irresistibile per il Male e per l’Oscurità in cui esso è personificato. Un eterno circolo di disgrazia. Un serpente che si morde la coda.

>

Logistica

Novigrad II: Lo spettro della Guerra si svolge nel suggestivo Castello di Gorzone, allestito come un borgo medievale nel pieno dell’inverno, e nel bel mezzo di un conflitto. Gli allestimenti scenografici cambieranno il volto del maniero, rendendolo più cupo, crudo e ostile. Novigrad è un evento all-inclusive: larp, vitto e alloggio. Ogni sera, quando i protagonisti della storia si rintanano nelle loro case per sfuggire ai pericoli della notte, il gioco si interrompe e i partecipanti si trasferiscono nel comodo ostello per una doccia calda e quattro chiacchiere in compagnia prima di dormire.