Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce
Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 434

Il Banchetto dei Vinti

16-10-2013

Avevamo promesso che non ci sarebbero stati più articoli nel Diario dello Sviluppatore per un po', e invece... Sopresa!

L'ultimissimo articolo è dedicato a "tenere caldi" i partecipanti alla Fortezza dei Vinti, (ci vediamo venerdì, manca pochissimo!!) ma anche ad "ingolosire" chi non ci sarà e magari pensa di partecipare alla replica. L'uso di metafore gastronomiche naturalmente non è casuale, perché ci apprestiamo ad illustrare, a grandi linee, il Menù dei Pasti in Gioco...

 Le cene di venerdì e sabato sera hanno uno schema simile e prevedono un primo e un contorno vegetariani e un secondo assolutamente da carnivori.

 

Cena di venerdì sera (h20-21)

Zuppa Improvvisata. Ovvero un brodo arricchito di pane, spezie e uova che veniva preparato, come il nome suggerisce, quando c'erano pochi ingredienti o molti ospiti a sorpresa. Si tratta della rivisitazione di una ricetta storica, tratta dal Ménagier de Paris (1393).

Porchetta al Forno. Si presenta da sola, e speriamo che faccia la sua PORCA figura.

Purea di Lenticchie. Un purea di legumi reso davvero goloso da uova e parmigiano. Si tratta della rivisitazione di una ricetta del XIV secolo.

Canestrelli e frutta. 

 

Pranzo di sabato (h13-14)

Per i pranzi saremo invece più "spartani" e ci sarà un solo piatto caldo per giorno. Inoltre molte delle pietanze da mangiarsi a pranzo sono in gestione ai giocatori, custoditi nella dispensa del castello o portati in gioco ad inizio giornata perché giunti dalle fattorie intorno al Baluardo.

Zuppa di ceci con erbe.

Torte salate ricoperte, ovvero Pasticcio di prosciutto e formaggio, Pasticcio di mele e cipolle e la Torta Comune (al formaggio), tratta dal Libro de arte coquinaria di Maestro Martino.

Un prosciutto crudo (intero), toma, pane  e burro.

Frutta.

 

Cena di sabato sera (h20-21)

Zanzarelli. Un brodo antesignano della moderna Stracciatella. Si tratta di una rivisitazione tratta dal Libro de arte coquinaria di Maestro Martino (fine del XV secolo).

Stinco e cotechino lessi con salse. Alla carne bollita accompagneremo delle salse rivisitate con spezie ed odori, a partire dalla semplice Salsa Gravy (burro, farina e brodo). Le golose misture sono assolutamente vegetariane.

Porrata di fagioli cannellini. Una gustosa padellata di cannellini e erbe aromatiche.

 

Pranzo di domenica (h 13-14)

Zuppa di orzo, zucche e verdure. Povera ma buona.

Un prosciutto cotto alla brace, toma, pane, burro...

e tutto quello che saprete avanzare dai giorni precedenti. Se sarete stati avidi e avrete finito le scorte, il pranzo di domenica sarà molto povero (ma potrete comunque rifarvi con lo spuntino post-live che sarà fuori gioco)!

 Non abbiamo ancora fatto la spesa, quindi il menù potrebbe subire variazioni.


 

Leggi anche: il nuovo Manifesto 2013 di Terre Spezzate - "La Rivoluzione d'Ottobre", gli altri articoli del Diario dello Sviluppatore e le famigerate, insolenti, irresistibili 42 Tesi per la Rivoluzione

 

Mancano solo 3 giorni a La fortezza dei vintiSe partecipate, iniziate a preparare i bagagli, ci vediamo a Paderna. Se non partecipate, vi aspettiamo alla Replica del 4-5-6 aprile. Inoltre, sono aperte le iscrizioni a I Signori dell'Ovest, l'ultimo capitolo 'boschivo' della campagna iniziata nel 2006.
Non ci saranno altri articoli del Diario dello Sviluppatore per un po' di tempo. Quelli vecchi naturalmente rimangono online. Grazie a tutti i nostri dodici lettori, prima o poi... ritorneremo!

 

10 motivi per giocare a ts

Leggi Tutti